Gennaio 2018: Il Lago di Bracciano a secco, si è abbassato di 180 cm

Dopo la crisi idrica che ha colpito Roma, il livello delle acque è diminuito provocando danni ambientali ed economici

Nel corso della puntata di “Striscia la notizia” in onda venerdì 26 gennaio, Riccardo Trombetta si è recato sulle rive del lago di Bracciano che, in seguito allacrisi idrica che la scorsa estate ha colpito Roma, si è abbassato di circa 180 cm, causando gravi danni economici e ambientali.

Come mostrano le immagini della trasmissione di Canale 5, in alcuni punti la costa si è ritirata di addirittura 100 metri e dove fino a qualche mese fa era possibile fare il bagno, ora si può tranquillamente camminare sul fondale. Una situazione che resta sotto controllo, soprattutto in vista della prossima estate.

Da Tgcom24: http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lago-di-bracciano-a-secco-si-e-abbassato-di-180-cm_3119869-201802a.shtml

pexels-photo-101063.jpeg

Annunci

Come abbiamo lavorato e interagito

L ‘ analisi del problema si è svolta nel seguente modo:

  • Luppino ha individuato su internet i dati relativi all’ Acquedotto di Traiano
  • Pistone ha individuato i dati relativi  a emissari e immissari del Lago di Bracciano
  • Sale ha verificato l’ esistenza o meno di falde sotterranee.

Successivamente tutti hanno individuato le fonti statistiche relative alla numerosità di giornate di pioggia e di sole(evaporazione) che si verificano durante l’ anno. Le fonti ed i dati sono stati confrontati per identificare quelli più attendibili per costruire il simulatore.

Infine, mediante gruppi di lavoro , abbiamo discusso quali dati selezionare ed è stata scelta la misura dei metri cubi come misura di riferimento per le osservazioni dei fenomeni.

Così i gruppi di lavoro hanno concordato la struttura del foglio di lavoro excel per generare il nostro simulatore che stima la quantità d’acqua a fine anno del Lago di Bracciano.

Quanto piove ? c’è Sole ?

Abbiamo assunto che il lago subisce dei fenomeni naturali e altri generati dall’ uomo.

I fenomeni naturali che abbiamo preso in considerazione sono:

Le giornate di pioggia in un anno, una giornata di pioggia incrementa i mc del lago in 3,37 (mc/g);

Le giornate di sole in un anno,una giornata di sole produce un fenomeno di evaporazione quantificabile in 2,66 (mc/g);

Il nostro simulatore consente di dare questi dati in input per cui l’ utilizzatore potrà indicare la stima di numero di giornate di pioggia e di sole nell’ anno.

Realizziamo un modello per prevedere i comportamenti del Lago di Bracciano

Questa Unità didattica di Apprendimento si pone nell’ambito del Ciclo di vita dell’Acqua ed è stata condotta, quest’anno 2017-18, durante le ore della Materia Informatica .

Nelle 10 ore dedicate al lavoro abbiamo avuto modo di approfondire il tema specifico del Bacino Idrico del Lago di Bracciano che da 1 anno circa è al centro dell’attenzione per i problemi di riduzione del volume d’acqua rispetto a quella che è la sua capacità media osservata nel corso dell’ultimo secolo. Tutto ciò sta comportando grossi problemi di distribuzione dell’acqua a Roma Capitale e numerosi impatti sull’ecosistema del territorio del Lago stesso.Oramai non c’è settimana che i Media Nazionali non affrontino l’argomento.

L’Uda ci ha permesso di realizzare un simulatore che aiuta a prevedere a fine anno la capacità in termini di volume d’acqua stimando i fenomeni metereologici che agiscono sul territorio del Lago .

Indirettamente la realizzazione di questo simulatore ci ha permesso di comprendere più profondamente l’impatto delle azioni dell’uomo sull’ambiente sviluppando in noi una maggior sensibilità verso gli sprechi d’ acqua e la sua cattiva gestione da una parte e la tutela del’ambiente in cui viviamo dall’altra.